I Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)

I disturbi specifici di apprendimento (DSA) sono una categoria diagnostica, relativa ai disturbi evolutivi del neurosviluppo caratterizzati dalla persistente difficoltà di apprendimento di alcune abilità scolastiche tra cui compromissione, fatica o imprecisione nella lettura e nella decodifica del testo (Dislessia – disturbo nella lettura), nella codifica fonografica e competenza ortografica (Disortografia- disturbo nella scrittura), nelle abilità grafo- motoria (Disgrafia – disturbo nella grafia) e nelle abilità di comprendere ed operare con i numeri (Discalculia – disturbo nelle abilità di numero e di calcolo). Negli adulti, una difficoltà persistente si riferisce a difficoltà continuative nelle abilità di lettura, scrittura o nelle abilità di calcolo.

I DSA possono ostacolare anche l’apprendimento di altre materie. Sono considerati “specifici” in quanto non sono attribuibili a disabilità intellettive, a ritardo globale dello sviluppo, a disturbi uditivi o visivi, a disturbi neurologici o motori. Gli individui mostrano livelli normali di funzionamento intellettivo. La Consensus Conference dell’Istituto Superiore di Sanità (CC-ISS, 2011) definisce i DSA “disturbi che coinvolgono uno specifico dominio di abilità, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Essi infatti interessano le competenze strumentali degli apprendimenti scolastici.”

All’interno di N.E.M.O.studio mi occupo della valutazione, diagnosi e trattamento dei Disturbi Specifici di Apprendimento. Per maggiori informazioni, visita il sito www.nemostudio/dsa